venerdì 30 dicembre 2016

Anziano vessato da ragazzini preoccupazione nell’isola


È una persona benvoluta da tutti, alla quale da sempre non solo gli amici, ma tutti gli abitanti dell'isola hanno sempre dato una mano con piacere nei momenti di difficoltà. Eppure, da qualche tempo alcuni ragazzi, per noia e per mancanza di altro da fare che per vera e propria cattiveria, hanno cominciato a prendere di mira proprio lui, anziano e facile bersaglio, per una serie di scherzi iniziati con piccoli insulti e proseguiti poi fino agli atti di vandalismo contro la sua casa.
Ma ora, guidata dal presidente della Municipalità Danny Carella, l'intera Pellestrina è pronta a dare man forte alla vittima, vigilando sulla sua sicurezza e preparandosi, nel caso limite, a una denuncia contro gli autori del fatto per maltrattamenti. La notizia si è diffusa via internet proprio alla vigilia di Natale. A un anziano residente a Pellestrina, ben conosciuto nel l'isola, era stata rotta la porta di casa da un gruppo di 18enni del posto. Con il passare delle ore, si è appreso che il fatto risulta essere solo il culmine di una serie di derisioni e insulti che questo gruppetto di ragazzi rivolge all'anziano. «L’ ho visto», riportano su Facebook, «visibilmente agitato e spaesato per la paura mentre rincorreva dei ragazzi che lo deridevano in mezzo alla strada con le macchine che passavano». La reazione degli abitanti è stata una dura condanna e i ragazzi, se riconosciuti, ora potrebbero rischiare la denuncia. Sulla questione bullismo, interviene proprio il presidente Danny Carella. «Visto che Capodanno si avvicina»,
afferma, «mi appello al buonsenso di lidensi e pellestrinotti (soprattutto i più giovani) Ci si può divertire anche senza bruciare o rovesciare cassonetti, buttare megapetardi in prossimità di abitazioni, vandalizzare muri, stabili e monumenti ed essere molesti».Massimo Tonizzo