domenica 23 ottobre 2016

Carella con i passeggeri Actv protestano per i ticket sui ferry

Anche il presidente della Municipalità Danny Carella si schiera con i residenti, che stanno raccogliendo firme per chiedere ad Actv di abolire il biglietto che è costretto a pagare il conducente dei mezzi che vengono imbarcati sui ferry boat del Lido. Una questione legata alle motozattere in linea 17 (tra Lido e Tronchetto) e linea 11 (tra Lido e Pellestrina). «La gente fa bene a chiedere questo cambiamento», sottolinea Carella, «e come presidente sarò al fianco di lidensi e pellestrinotti in questa battaglia. La petizione è sacrosanta, dal momento che per decenni quel biglietto non è mai stato pagato, visto che già la vettura era soggetta a un ticket costoso che comprendeva pure il conducente. Una scelta insensata, quella di aggiungere un aggravio di costi ora arrivato a 1,50 euro per chi guida, evidentemente solo per far cassa. Sono pertanto a disposizione di promotori di questa iniziativa, e spero che lo siano anche gli altri colleghi consiglieri municipali nel momento ci dovessimo esprimere su questo argomento».Intanto, al Lido e a Pellestrina sono stati distribuiti in bar, ristoranti e negozi, numerosi moduli per la raccolta delle firme, e la pagina Facebook dedicata a questa protesta ha raggiunto in 4 giorni le seicento adesioni.
Per aderire alla petizione ci sarà tempo soltanto una settimana, per puntare già per la prossima a consegnare e protocollare le firme in Municipalità e in Comune. Da sempre la scelta di obbligare il conducente a pagare il biglietto non era piaciuta ai residenti, ma la goccia che ha fatto traboccare
il vaso è stata la multa di 70 euro contestata ad una giovane sandonatese la scorsa settimana, che per giunta neppure sapeva del biglietto aggiuntivo, ma una volta a bordo del ferry boat, durante un controllo da parte dell’ispettore dell’Actvi, non ha potuto fare nulla. Simone Bianchi