giovedì 21 maggio 2015

Venezia, cinque gol al Cavallino

Calcio Lega Pro. Guerra sigla il poker. Oggi (16.30) chiusura a San Pietro in Volta

 Poker di Guerra nel primo tempo e gol di Greco nella ripresa: l’Unione Venezia fa cinque reti nell’amichevole giocata nel tardo pomeriggio di ieri sul campo del Cavallino, formazione di Prima Categoria impegnata nei playoff per la promozione. Nella prima frazione il Venezia cala il poker. Il primo gol arriva già al 4’: conclusione dal limite di Hottor, palla che cozza contro la parte interna del palo e attraversa tutto lo specchio della porta, ma sul secondo palo è appostato Guerra per infilare in rete. Al 14’ un rimpallo favorisce Guerra che, sul filo del fuorigioco, trafigge il portiere con un rasoterra. Al 23’ ancora Guerra scavalca Alatif con un pallonetto, ma a porta spalancata la palla si stampa contro il palo. Guerra però ha tempo di rifarsi a cavallo della mezz’ora, quando prima finalizza un’azione insistita di Zaccagni partita sulla destra e poi insacca sottomisura da pochi passi il 4-0.
Nel secondo tempo i due tecnici rivoluzionano le formazioni, poi nel corso della frazione c’è spazio anche per qualche innesto delle giovanili del Cavallino, come Riccardo D’Este, Zane e Turchetto. In avvio di ripresa il quinto gol del Venezia porta la firma di Greco, al 14’, con una staffilata dalla distanza. Roberto D’Este fallisce di un soffio il gol della bandiera, poi è il portiere del Cavallino Boso a guadagnarsi gli applausi per una respinta con i pugni da pochi passi su conclusione di Raimondi, a cui allo scadere è stata pure annullata una rete per fuorigioco. Sperando che il meteo sia più clemente, il Venezia tornerà in campo oggi per l’ultima amichevole stagione.
Appuntamento alle 16.30 al centro sportivo comunale di San Pietro in Volta. Per gli amanti delle statistiche, sarà le terza volta nella sua storia che il Venezia giocherà a San Pietro in Volta. La prima volta avvenne nel primo dopoguerra: presidente del San Piero era Ice Scarpa “Peroleto” e il Venezia regalò per l’occasione una muta di maglie neroverdi usate. Quasi un lusso
per l’epoca. La seconda volta, invece, risale al 1986, l’anno del cinquantenario del San Pietro. L’amichevole sarà preceduta da una serie di incontri delle scuole calcio di Nuovo San Pietro e Pellestrina. Al termine, invece, gran buffet di delizie marinare per tutti. Giovanni Monforte