giovedì 21 maggio 2015

Le dieci domande degli ambientalisti al futuro presidente

Il Coordinamento Ambientalista Altro Lido ha scritto a tutti i candidati a sindaco e presidente della Municipalità di Lido e Pellestrina, sottoponendo dieci domande legate alle due isole e al loro futuro. «In questi anni il Caal ha combattuto le passate amministrazioni comunali nel merito di propositi e azioni che hanno portato al disastro del Lido», scrivono gli ambientalisti. «Alcuni politici ci hanno appoggiato, alcuni hanno interpretato almeno in parte le nostre richieste. Altri, i più, non ci hanno ascoltati. Ora non vorremmo che ci si dimenticasse delle responsabilità passate e vorremmo piuttosto che i candidati prendessero impegni precisi per il futuro». Le dieci domande rivolte ai candidati invitano a riconoscere gli errori fatti in passato per Lido e Pellestrina, e come evitare di far cadere dall'alto nuovi progetti sbagliati. Il Caal invita a sottoporre progetti per il recupero dei diversi contenitori edilizi non utilizzati al Lido e così pure per verde pubblico e risorse naturalistiche. Rimane poi il nodo della mobilità e quello della residenza: come migliorare la qualità della vita sulle due isole? E per Pellestrina, su cosa puntare per un rilancio
? Il Caal chiede quindi i propositi per i lavori in corso in Gran Viale e Santa Maria Elisabetta, e quali idee ci siano per la prossima Mostra del Cinema e per la chiusura del ‘buco’. «Noi ci impegniamo a dare pubblica informazione di tutte le risposte», garantiscono dal Caal. (s.b.)