lunedì 20 ottobre 2014

Scontro frontale sulla Romea: morta una bimba di 3 anni. Era allacciata al seggiolino

A uccidere la piccola Lucia Tasso sarebbe stata una lesione addominale gravissima provocata dalla cintura inferiore. La procura ordina l'autopsia. A causare lo schianto lo scoppio di un pneumatico 


La Procura della Repubblica ha ordinato l'autopsia sul corpo di Lucia Tasso, la bimba di appena 3 ann morta domenica nel terribile incidente sulla statale Romea con latri 8 feriti. La piccola, secondo le prime analisi in mano agli investigatori, era regolarmente allacciata sul seggiolino dell'auto dei suoi genitori quando è avvenuto lo scontro frontale. Lucia sarebbe morta per trauma addominale. La cintura inferiore del seggiolino avrebbe cioè provocato delle lesioni interne.
Ora la Procura chiede di capire come questo sia stato possibile.
L'incidente è avvenuto all’altezza di Conche di Codevigo. Sul posto sono arrivate diverse ambulanze del Suem e l’elicottero del 118, mentre per i rilievi sono intervenuti gli agenti della Polstrada di Padova. La Romea è rimasta bloccata fino a quando non sono state rimosse le carcasse e si sono formate lunghe code. La causa dell'incidente, secondo una prima ricostruzione, potrebbe essere un lo scoppio penumatico.
La ricostruzione dell'incidente. Un pomeriggio spensierato a giocare e passeggiare in spiaggia, godendo di questa coda d’estate e poi, all’improvviso, nel viaggio di ritorno verso casa, la tragedia che mette fine a tutto. Aveva solo tre anni la piccola Lucia Tasso ed è morta nel terribile schianto che ieri pomeriggio verso le 17, lungo la Romea, a Conche di Codevigo, ha coinvolto l’auto su cui viaggiava con il papà Federico e la mamma Elena Greco, in attesa di un altro figlio. La famiglia vive a Dolo, paese di origine di Elena Greco, mentre Federico Tasso è di Piove di Sacco.
Uno pneumatico della Nissan Qashqai su cui viaggiavano, in direzione di Piove di Sacco, sarebbe scoppiato improvvisamente e il suv di conseguenza avrebbe sbandato all’improvviso, mettendosi di traverso sulla corsia opposta. Una prima auto l’ha evitato, ma quella che seguiva, una Hyundai Tucson con a bordo l’allenatore e tre dirigenti di una squadra di pallavolo di Pellestrina, si è scontrata frontalmente. Un urto violentissimo che ha fatto accartocciare i due veicoli uno contro l’altro. Una terza auto, una Opel Astra Sw con a bordo altri due veneziani, ha tamponato a sua volta la Hyundai.