lunedì 20 ottobre 2014

«Salvi solo per miracolo Ma siamo tutti sconvolti»

«Abbiamo visto il suv bianco tagliare improvvisamente la strada e mettersi di traverso sulla nostra corsia. Per fortuna mantenevo una distanza di sicurezza, altrimenti saremmo stati coinvolti anche noi nell'incidente»: a parlare è Emanuele Scarpa, che con moglie e bambine seguiva, dietro di una macchina, la Opel Astra che ha tamponato la Hyundai Tucson scontratasi frontalmente con il Nissan Qashqai della famiglia Tasso. «Pensare che l'Astra ci aveva superato un paio di chilometri prima» continua Scarpa, «ancora non credo a quello che ho visto. Le mie figlie sono sconvolte, hanno sentito le urla e visto i feriti. Noi stavamo andando verso casa, a Pellestrina, e seguivamo l'allenatore e i dirigenti della squadra di pallavolo delle nostre bambine. Siamo stati a una partita a Musile di Piave (Venezia) e stavamo rientrando. La giornata era andata così bene, eravamo tutti felici, anche perché il Pellestrina aveva vinto. Questo incidente non sarà facile da dimenticare». Scarpa è riuscito a scambiare qualche parola con Giuseppe Siegato, che guidava la Hyundai Tucson: «Ha detto che si è trovato il suv davanti, dopo che l'auto che lo precedeva l'ha evitato per un soffio. Lui non è riuscito a spostarsi, non ne ha avuto il tempo. Tutto è successo in una frazione di secondo» ricostruisce il veneziano, «io sono riuscito a frenare appena in tempo. E dire che con l'allenatore avrebbero dovuto esserci anche delle bambine: meno male che all'ultimo sono salite su un'altra auto. Non posso nemmeno immaginare cosa sarebbe potuto accadere. Siamo tutti sconvolti, anche perché allenatore e dirigenti sono rimasti tutti feriti e non sappiamo come stiano. Speriamo di riuscire a contattare al più presto le famiglie». I primi rilievi della polizia stradale avrebbero accertato che a far sbandare il Nissan Qashqai sarebbe stato lo scoppio di uno pneumatico, quello anteriore sinistro. Tutti i mezzi sono stati comunque posti sotto sequestro per le perizie. L'incidente costato la vita alla piccola Lucia Tasso, di tre anni appena, è avvenuto poco dopo lo svincolo per Conche, in direzione di Chioggia. A poche centinaia di metri da dove, venerdì mattina, un'anziana che attraversava la strada è stata investita da un camion, rimanendo gravemente ferita. La Romea si conferma una delle strade più pericolose della regione. Elena Livieri