giovedì 13 febbraio 2014

Scuole sporche all’Anci Genitori dal prefetto

Cuttaia li incontrerà domani prima della manifestazione-girotondo di sabato Negli istituti della città ora la situazione più critica riguarda Lido e Pellestrina 

L’ultimo rapporto sullo stato di pulizia delle scuole fatto arrivare ieri all’assessorato alla Pubblica istruzione conferma che, in queste settimane, la situazione è andata migliorando in tutte le scuole del Comune anche se forti disagi restano nelle aule dell’istituto comprensivo di Lido e Pellestrina, come era emerso anche nella visita della scorsa settimana della task force voluta dal prefetto. È la dirigente scolastica, Gabriella Marinaro, a spiegare quali siano i problemi. «La situazione è piuttosto confusa» dice «perché ci sono scuole che vengono pulite, e altre invece no. Noi abbiamo ricevuto i tecnici della Manutencoop per il primo sopralluogo il 20 gennaio, mentre lunedì scorso ho incontrato il responsabile di zona per costruire, nel dettaglio, il piano degli interventi delle pulizie». Ma se sulla carte sembra essere tutto apposto, nei fatti poi ci sono scuole che continuano a non venire pulite, come la Zendrini di Pellestrina e la Penzo di Malamocco. Oggi intanto è previsto un incontro tra i dirigenti scolastici e l’assessore alle Politiche educative di Ca’ Farsetti, Tiziana Agostini, mentre mercoledì prossimo, 19 febbraio, si terrà la Commissione Istruzione e Scuola dell’Anci anticipata proprio per affrontare la questione degli appalti delle pulizie nelle scuole. «Il presidente Anci, Piero Fassino, è stato informato direttamente e i dossier sulla pulizia delle scuole sono in suo possesso, per un attento monitoraggio. Problemi si sono manifestati anche in altri Comuni, ma a Venezia e nel territorio veneziano i disagi sono stati più intensi per due ragioni» dice la Agostini «è stato dato prima corso al nuovo appalto e maggiore è l’impiego di personale di pulizia ausiliario. Maggiore è stata però ad oggi anche l’attenzione dimostrata da tutti, istituzioni, genitori, sindacati e questo ci fa ben sperare». Sempre questa mattina, alla Direzione regionale del lavoro, è previsto un incontro tra le organizzazioni sindacali e l’azienda. Per domani invece il prefetto Domenico Cuttaia ha convocato i genitori per un incontro, dopo che i rappresentanti del comitato avevano contestato la relazione del gruppo di lavoro da lui voluto, e gli avevano scritto chiedendo di poterlo vedere, prima che venissero tratte le conclusioni. Un incontro che precede la grande manifestazione organizzata per sabato, alle 10.30, davanti alla stazione di Santa Lucia. Martedì c’erano stati alcuni dubbi sulla possibilità di realizzarla - vista la concomitante proteste del comitato dei pendolari, sempre davanti alla stazione - ma alla fine è arrivato l’ok dalla questura. Come noto quello dei genitori sarà una sorta di girotondo, partiranno dalla stazione, e sfileranno poi per il ponte di Calatrava, Fondamenta San Simeon e il Ponte degli Scalzi.