giovedì 20 febbraio 2014

«Pellestrina e Sant’Elena penalizzate: inaccettabile»

Tra Pellestrina e la Certosa, due pesi e due misure sui finanziamenti. Non va proprio giù al consigliere comunale della Lista Civica Venezia Mestre e isole Alessandro Scarpa, di Pellestrina, il fatto che all’isola non sia arrivato un euro per i danni della tromba d’aria di due anni fa e così a Sant’Elena, mentre alla Certosa arrivano più di quatto milioni di euro, per le bonifiche, che serviranno anche a riparare i danni: 1.4 milioni di euro dal Comune - stornati dalle bonifiche dell’ex Ospedale al Mare - 2.8 milioni di euro dalla Regione. «Preparerò una mozione - annuncia - e porterò il caso assieme agli altri Consiglieri in Consiglio Comunale». Scarpa sul caso dei mancati finanziamenti per i danni provocati dalla tromba d’aria a Pellestrina aveva scritto una lettera che ho mandato pochi giorni fa al Capo Dipartimento della Protezione civile Gabrielli, ricordando che il Comitato che era sorto sull’isola proprio a questo scopo, si era sciolto proprio prendendo atto dell’inerzia delle autorità centrali rispetto alle richieste avanzate.