venerdì 24 gennaio 2014

Peschereccio soccorso in mare per una falla

Intervento nella notte della Guardia Costiera, l’imbarcazione ha urtato un tronco d’albero 

Motopesca soccorso dalla Guardia Costiera davanti a Malamocco per una falla.
Nella notte tra mercoledì e giovedì, un peschereccio di Pellestrina ha rischiato di affondare per una falla dopo l’urto con un tronco alla deriva, ad un miglio da Malamocco.
Alle 3.30, la Sala operativa della Guardia Costiera di Venezia ricevuto l’allarme, disponeva l’invio in zona della propria Motovedetta CP 833. Intanto, il malcapitato peschereccio, riceveva assistenza da un’altra imbarcazione che stava pescando in zona e dirigeva verso un cantiere di Pellestrina dove è giunto alle 5 circa, Quindi è stato messo in sicurezza sullo scalo, per i necessari interventi di manutenzione. Nessuna persona è rimasta ferita. Non risultavano esserci segni di inquinamento.
Nella stessa zona, due anni fa, un’emergenza naufragio aveva coinvolto il motopesca «Fratelli Zennaro» che stava imbarcando acqua. Il motopesca stava rientrando dalla battuta in mare quando ha iniziato ad imbarcare acqua. Le pompe di bordo non riuscivano ad eliminare l'acqua che entrava e di conseguenza il peschereccio rischiava di affondare. Le centrale operativa della Capitaneria ricevuta la richiesta di soccorso ha inviato sul posto due sue motovedette, una di Chioggia e una di Venezia e i vigili del fuoco. Questi sono intervenuti sia con un'imbarcazione della sezione marittima sia con un elicottero che ha fatto salire a bordo i somozzatori. Quando i soccorsi sono arrivati sul posto, vicino al peschereccio in difficoltà c'erano già altre imbarcazioni della marineria di Chioggia che stavano aiutando i colleghi. Già un altro peschereccio aveva agganciato quello in avaria. A quel punto è iniziato il traino del peschereccio verso il porto.