domenica 29 dicembre 2013

Vecchi giornali d’epoca...

Vecchi giornali d’epoca, immagini sfocate dal passato ma preziose per rendere omaggio a tutti i cittadini Del Lido e di Pellestrina che nel corso dei due guerre mondiali ( 1915-18 e 1939-45) hanno combattuto a fianco di milioni di italiani e in alcuni casi hanno guadagnato con gesti eroici decorazioni al valore civile e militare. Si tratta dell’inatteso e speciale dono fatto alla Municipalità da chi lidense lo è, anche se da lungo tempo risiede nelal città lombarda di Bergamo, dove ha seguito il figlio che è divenuto un luminare nel campo della cardiochirurgia. Ferruccio Ferrazzi, oggi con la veneranda età di 97 anni, ha così donato tutta la sua collezione di vecchi quotidiani raccolti e custoditi dal 1915 al secondo dopoguerra, e ora la Municipalità delle due isole vuole allestire una mostra che ricordi quei personaggi, molti dei quali oggi non vengono neppure più ricordati. Il presidente della Municipalità delle isole veneziane, Giorgio Vianello, riceverà a breve i materiali, quindi ha già preso contatto con la scuola elementare Zendrini di Pellestrina per reperire gli spazi adatti. Poi, si passerà alle operazioni di allestimento vere e proprie per aprire la mostra il prima possibile alla cittadinanza. Si tratta di una certosina opera di raccolta e recupero che per la Municipalità risulta particolarmente preziosa. In essa vi sono molti nomi di chi ha dato anche la vita per l’Italia, oppure ha aiutato i suoi concittadini in momenti particolarmente difficili. Una iniziativa che oltretutto arriva proprio mentre il decentramento delle due isole deve decidere a chi intitolare alcune strade di Pellestrina ancora senza nome. In base ai dati che verranno raccolti, la Municipalità del Lido e di Pellestina darà poi le sue indicazioni al Comune per la ratifica, e dopo quasi un secolo più di qualcuno di coloo che saranno insegniti di medaglia potrà avere il giusto ricordo nella sua isola. Non è, infatti, escluso che anche nell’arrea residenziale del Lido possano essere trovati siti - come vie, piazzali, ecc. – da intitolare a qualcuno di nel prossimo futuro quei protagonisti della storia veneziana. 
Simone Bianchi