mercoledì 16 ottobre 2013

Sono cominciati i lavori di restauro della cella mortuaria

Sono iniziati, e si concluderanno a novembre, i lavori di ristrutturazione della cella mortuaria del cimitero di Pellestrina.
Dopo le polemiche del mese scorso, quando la salma di un bimbo venne ospitata nel locale con gli intonaci caduti a terra per l’umidità e altre problematiche evidenziate dalla struttura, Veritas ha avviato i lavori, e ieri alcuni operai erano già impegnati nella ristrutturazione del tetto e delle pareti interne. Dopo il caso del bimbo, cui seguì una raccolta di firme tra i residenti e una interpellanza al sindaco fu presentata dal consigliere comunale Scarpa, si è messa in moto la macchina della manutenzione.
Da Veritas, del resto, avevano spiegato di essere in attesa dei fondi per poter eseguire i lavori, ma anche che nessuno aveva avvisato l’azienda dell’arrivo della salma del bambino, altrimenti sarebbe stato inviato sul posto del personale per garantirsi che il locale fosse nelle migliori condizioni possibili per accogliere la salma e i familiari. Invece ciò non avvenne, e per quel motivo, non essendo custodito il cimitero, il locale non era nelle condizioni ideali per quella delicata operazione. (s.b.)