sabato 13 luglio 2013

Guardie Lipu controlleranno Ca’ Roman

Le guardie della Lipu sbarcano anche a Pellestrina per la tutela dell’oasi di Ca’ Roman. In arrivo controlli e sanzioni per chi non rispetterà l’ambiente. Non si ferma infatti la crescita del nucleo delle guardie Lipu veneziane. Il tutto per fronteggiare e, possibilmente, risolvere i problemi legati a un'area protetta dove le principali infrazioni sono rappresentate dal mancato rispetto della stessa oasi tra abbandoni di rifiuti, cani lasciati liberi di girovagare senza guinzaglio e danneggiamenti alle strutture dell’area protetta e in gestione alla stessa Lipu veneziana ormai da parecchi anni. Il nucleo, diretto dai due responsabili Marco Tonin e Denis Pettenò si è rinforzato con due nuovi agenti residenti sull’isola. «È una scelta strategica e molto importante, quella di formare due guardie a Ca’ Roman, un territorio mai vigilato con costanza e spesso terra di nessuno», sottolinea l’agente Aranisio Biasetton. I primi controlli sono stati già fatti nei giorni scorsi, anche per quanto riguarda le norme sulla pesca. La presenza, poi, di guardie residenti a Pellestrina, farà sì che tutto il nucleo operativo della Lipu si possa concentrare sulle attività in terraferma tra Bosco di Mestre e oasi di Gaggio. (s.b.)