sabato 5 gennaio 2013

Botta e risposta sui disagi Actv della linea 11

«Purtroppo il disagio delle fermate in più per l’autobus di linea 11 non è voluto da noi, ma l’effetto di una tegola caduta in testa alla Municipalità a fine estate con i tagli che ben conoscono tutti, al servizio di trasporto pubblico». Il presidente della commissione trasporti municipale, Gianluca Sabbadini, commenta così la situazione che ha portato alle duemila firme raccolte a Pellestrina e Chioggia dopo l’incremento di fermate imposto alla linea 11 dal 17 dicembre scorso. «Abbiamo provato a mettere una pezza ripristinando una linea al Lido, ma la coperta è corta, e per forza di cose la 11 ha compensato alcune carenze che si erano venute a creare», aggiunge Sabbadini. «Ora non voglio essere di parte, perchè la Municipalità è per entrambe le isole, ma è difficile far quadrare tutto con i tagli decisi e i mezzi economici che son quello che sono. Difficile non scontentare qualcuno. Lo scorso anno va però ricordato che avevamo salvato una situazione sfavorevole a Pellestrina. Questa volta non abbiamo potuto fare lo stesso. Con crisi e tagli, in futuro potrebbero anche esserci situazioni peggiorative. Tornare alle condizioni del passato, al momento, la vedo davvero dura». (s.b.)