sabato 4 febbraio 2012

Pellestrina alza le barricate «Alt su Santa Maria del Mare»

«Le grandi navi a Santa Maria del Mare sono solo l’ennesimo pacchetto paracadutato dall’alto. C’è molta perplessità attorno a questa idea promossa dal presidente dell’Autorità Portuale». Dall’associazione Tra Mare e Laguna arriva un invito chiaro a coinvolgere la popolazione di Pellestrina attorno all’ipotetico progetto di realizzare una banchina per le crociere a Santa Maria del Mare, per ospitare di volta in volta cinque navi con tanto di tunnel sotto il canale portuale per portare i turisti al Lido e quindi a Venezia. «Ci chiediamo come sia possibile un progetto del genere in un’area si è no larga duecento metri tra mare e laguna - proseguono dall’associazione di Pellestrina - Oltretutto a due passi da una spiaggia che non riusciamo a sfruttare per noi e il turismo da dieci anni, e con rischi di inquinamento ambientale non da poco». Su questo argomento è stata presentata un’interpellanza al sindaco da parte dei consiglieri comunali Alessandro Scarpa, Stefano Zecchi e Renato Boraso. Un testo dal quale non emerge una bocciatura a priori per la proposta di Paolo Costa, allo studio da parte di Comune e Regione, ma che lascia intendere la necessità di valutare attentamente le ricadute sull’isola di Pellestrina. (s.b.)