sabato 28 gennaio 2012

«Cani, una vicenda per cercare visibilità»

L’animalista Debora Scarpa: «Era meglio parlare di persona»
Claudia Ponara: «Ora un incontro di chiarimento con i pescatori»

700-2.jpg Non si è ancora spenta l'eco prodotta in isola dall'ordinanza del sindaco, che intimava ai proprietari dei cani sui casoni da pesca di riportarli a terra, che si torna nuovamente sull'argomento. A fare alcune precisazioni oggi, Claudia Ponara, della Protezione animali di Padova, che per prima aveva denunciato la situazione. Attaccata da un pescatore, che affermava di aver cercato di parlarle, ma di avere trovato soltanto freddezza ed incomunicabilità, ribadisce dicendo «che il signore aveva erroneamente interpretato la situazione».
      In sintesi Ponara afferma di non aver mai utilizzato parole pesanti contro i pescatori proprietari dei cani, ma di aver soltanto:" fatto per iscritto una segnalazione, indirizzata fra gli altri enti anche alla Provincia, affinchè venisse effettuato un sopralluogo. «Chiediamo ora - continua Ponara - alla luce degli sviluppi della situazione, degli incontri in loco con le rappresentanze dei pescatori di Pellestrina e di Chioggia, e se possibile anche alla presenza del Presidente della Municipalità e di rappresentanti dell'Assessorato all'Ambiente dei due Comuni o della Polizia Locale, come era stato auspicato anche nei contatti telefonici intercorsi tra i pescatori di Chioggia e di Pellestrina con i componenti della nostra associazione per parlare a voce dei nostri vari punti di vista e, come abbiamo già ribadito ufficialmente più volte, richiedendo almeno una visita per un saluto da parte nostra ai cani che ora finalmente si trovano presso le loro famiglie». A dissentire sul modo in cui è stata trattata tutta la faccenda, Debora Scarpa, campionessa isolana del remo e grande anima animalista. «Una storia che poteva essere affrontata parlando civilmente è stata invece trattata soltanto per ottenere visibilità. Stampa, televisione, gran clamore. Uno schifo. E tutta la disponibilità ad adottare i cani? Mi risulta che l'unico prelevato per essere curato, è depositato in un canile. Io amo gli animali» La Scarpa è una gattara, da anni provvede a sfamare e a far curare i gatti isolani «ma con chi sbraita soltanto con i poteri forti, senza prima tentare una discussione civile con gli interessati, non mi riconosco».