venerdì 2 dicembre 2011

«Subito nuove passerelle»

«Subito nuove passerelle». È quello che fa sapere Actv all'indomani dei due episodi accaduti nel ferry di linea 11, dove, in entrambi i casi, l'autobus all’imbarco sulla motozattera a Santa Maria del Mare è rimasto incastrato con le ruote tra passerella e scalandrone. Due episodi che potevano avere conseguenze sull'incolumità dei passeggeri, perchè il fatto è avvenuto il bus carico. Fortunatamente il disagio è stato solo per il ritardo che si è accumulato per le operazioni di sblocco del mezzo. Ma servono nuove passerelle, quelle utilizzate oggi sono in alluminio, leggere e con un particolare di estrema importanza: l'altezza è inferiore a quella dello scalandrone e quindi si forma uno scalino di circa 10 cm. I mezzi, pesanti, con le ruote posteriori slittano e si incastrano, oltre a far spostare le passerelle. «È già stato dato mandato ai cantieri per realizzarle - dice Actv - Dovrebbero arrivare entro pochissimi giorni». È da ricordare che l'approdo utilizzato in questi giorni, non è quello principale che è interdetto sino al 9 dicembre per degli interventi di manutenzione. «Sono amareggiato - commenta il consigliere comunale Alessandro Scarpa - perchè Actv continua a parlare di tagli, ma non pensa alla sicurezza. Due episodi in tre giorni fanno riflettere soprattutto perchè è stato possibile ripristinare il servizio soltanto grazie alla presenza di altri autobus che hanno fatto da traino a quello bloccato. Se capita nelle ore in cui vi è solo un pullman che succede?». Gli utenti invece, sono più impauriti che arrabbiati. «È stata un'esperienza tosta; ci siamo presi un grande spavento» afferma Z.Z. presente in entrambi gli episodi «speriamo non accada più».