sabato 3 dicembre 2011

Pellestrina, operaio cade da 5 metri: grave

Incidente sul lavoro ieri nel cantiere del Mose di Pellestrina. Un operaio albanese è caduto da una altezza di cinque metri mentre stava eseguendo delle lavorazioni. L’uomo ha riportato fratture al bacino e agli arti inferiori. L’allarme è scattato attorno alle 15.45. Non appena ricevuta la notizia dell’incidente la centrale operativa del Suem 118 ha organizzato i soccorsi. Un elicottero del Suem di Padova in cinque minuti ha raggiunto l’isola di Pellestrina stabilizzando il ferito che è stato poi trasportato, sempre con l’ausilio dell’elisoccorso all’ospedale dell’Angelo. L’uomo è ricoverato nel reparto di Rianimazione dopo gli interventi dei medici per curare le fratture al bacino e alle gambe, conseguenza della caduta da cinque metri di altezza nel cantiere. Le condizioni del ferito sono precarie ma non è in pericolo di vita. Ovviamente la prognosi ieri sera era ancora riservata, in attesa di capire il decorso dopo gli interventi dei medici dell’ospedale mestrino. Non sono noti, al momento, ulteriori dettagli sull’incidente avvenuto all’interno del cantiere del Mose, dove si è calato l’elicottero del Suem per prestare i primi soccorsi al ferito e predisporre in tempi veloci il trasferimento dall’isola all’ospedale di riferimento, l’Angelo di Zelarino. Sul posto anche gli ispettori dello Spisal, il servizio di prevenzione degli infortuni sul lavoro dell’Asl 12 che stanno ora accertando le cause, e le eventuali responsabilità, nell’incidente occorso all’operaio di nazionalità albanese. In cantiere sono arrivati anche i carabinieri della sezione di Pellestrina. (m.ch.)