martedì 20 settembre 2011

Il Panatlon premia le centenarie: Compagnia della Vela e Pellestrina

Compagnia della vela e Us Pellestrina sono le new entry nel club dei centenari. Serata all'insegna della longevità sportiva in seno al Panathlon Club di Venezia, che nella sua conviviale di settembre ha ospitato le società veneziane che hanno tagliato, oggi o da molti anni, il traguardo del secolo di vita.
      A rappresentare la Compagnia della Vela è stato il presidente Giorgio Orsoni: il sindaco di Venezia ha ricordato i tanti eventi che si stanno organizzando quest'anno in occasione di tale ricorrenza, accennando naturalmente alla Coppa America.
      «Sarà una grande occasione per la città - ha ribadito il primo cittadino - Se abbiamo ottenuto questa assegnazione lo dobbiamo però ad un grande personaggio del mondo della vela, Alberto Sonino, che vantando grandi credenziali a livello internazionale ha consentito di raggiungere tale obiettivo».
      Orsoni ha poi sottoscritto a nome della Compagnia della Vela la Dichiarazione di Gand, la Carta del Fair Play e la Dichiarazione sull'etica nello sport giovanile del Panathlon nell'ambito del progetto dell'Osservatorio per la Pratica Sportiva.
      Riflettori puntati, però, anche sull'Unione Sportiva Pellestrina presieduta da Teresino Vianello e rappresentata dal dirigente Gianfranco Scarpa, società calcistica militante in Terza categoria fondata nel lontano 1911.
      Alla conviviale del Panathlon di Venezia, che a sua volta nel 2011 ha raggiunto i 60 anni di attività, sono intervenute anche altre società ultra centenarie, dalla Reale Canottieri Bucintoro (137 anni di storia alle spalle) al Circolo Canottieri Diadora Lido, la Reale Canottieri «Querini» Venezia, la Lega Navale Italiana Venezia. Per non parlare poi del Tiro a Segno nazionale del Lido di Venezia, il cui primo Presidente fu Giorgio Manin, figlio di Daniele, e vicepresidente addirittura Giuseppe Garibaldi. (m.del.)