domenica 21 dicembre 2008

Un nuovo cd che sarà presentato domenica...


Sabato 20 Dicembre 2008

 

Un nuovo cd che sarà presentato domenica: e la cucina? Sempre nuova e altrettanto musicale e gradevole.

Un veneziano di Pellestrina , con un ristorante abbastanza inusuale, perché dopo aver accontentato, e come si deve, gli affezionati clienti, li prega di attendere ancora un po': e li intrattiene con le sue deliziose canzoni ispirate a Venezia e alle sue peculiarità artistiche e di costume.

Stiamo parlando di Lucio Bisutto, 56 anni, cantante per diletto, fine dicitore ed altrettanto delicato e penetrante ispiratore di piatti e pietanze che fanno a gara nel misurarsi con la soavità dolce e genuina della sua musica.Domani, domenica, dalle 15.30 alla «Perla» del Lido Bisutto esordirà, si fa per dire, con la nuova interpretazione, intitolata «Barbacheco», che in dialetto può voler dire tante cose, ma che preferisce svelarlo solo a giochi ultimati e ad applausi... spenti.

«Sono stato a Manila, a Caracas, a Parigi e in altri posti esotici, spesso invitato dagli italiani nel mondo, ma Venezia la preferisco ad ogni altra e per questo mi sono specializzato nelle interpretazioni che provo con la chitarra tra le tavole del mio Giorgione».

Si tratta del locale che guida con la sorella, a metà della popolare via Garibaldi di Castello, dove tutti lo conoscono e che, quando abbiamo chiesto dove si trovava, ci hanno guardato un po' storto.

«Unisco l'utile al dilettevole - ha pure soggiunto - e le mie composizioni hanno avuto successo e di questo ne sono molto soddisfatto».

La prima del «Barbacheco» che potrebbe anche voler significare lo zio «barba» di nome Checo, sarà presentata nell'intero programma, che comprende anche altri artisti, dal coreografo Maurice Agosti.

Titta Bianchini