lunedì 20 novembre 2006

Pescatore si toglie la vita dopo aver perso il lavoro

Domenica, 19 Novembre 2006

PELLESTRINA La vittima
aveva 46 anni. L’uomo, residente nel sestiere "Zennari", da circa un
paio di anni non riusciva a trovare un’occupazione stabile


(L.M.) Si impicca in casa
dopo aver perso il lavoro. Dramma della solitudine e della mancanza di
una stabile occupazione, l'altra sera a Pellestrina
. Un vongolaro si è suicidato. Si tratta di un uomo di 46 anni, M.T.,
marinaio imbarcato nella barca "Parsifal", che si è tolto la vita in
preda alla disperazione perché da ormai un paio d'anni non poteva
andare a pescare e perciò non riusciva ad avere un reddito proprio per
mantenersi. L'uomo, residente nel sestiere "Zennari" di Pellestrina , era socio della cooperativa "Pescatori Pellestrina
" e si dedicava alla raccolta delle vongole. Ma, dopo l'interdizione
alla pesca in laguna, l'uomo, secondo quanto riferito da alcuni
colleghi di lavoro, si era ritrovato senza lavoro, era entrato in
depressione, perdendo la propria stabilità economica.

M.T
viveva solo, dopo la morte improvvisa della madre avvenuta circa tre
anni fa. Pescatore vongolaro in laguna, aveva perso il padre in giovane
età e l'unico parente stretto era un fratello abitante a Punta
Sabbioni. La sua vita era tutta tra pesca e barca. Persa questa
opportunità di lavoro non era riuscito a crearsene uno nuovo e i
colleghi avevano notato la depressione, pur cercando di combatterla
standogli vicino. Fino a giovedì sera quando M.T. ha maturato la
decisione di un gesto estremo. A dare l'allarme e a capire che qualcosa
non andava sono stati gli stessi vicini che, dopo circa un giorno di
attesa, non lo vedevano ancora uscire di casa. E' stato quindi
richiesto l'intervento dei carabinieri della Compagnia di Chioggia che
venerdì sera sono entrati nella casa dell'uomo e hanno trovato il corpo
privo di vita. I carabinieri non hanno potuto far altro che constatare
il decesso avvento, probabilmente già il giorno precedente, e avviare i
rilievi del caso. Non è stata ancora fissata la data dei funerali, in
quanto il pm non ha ancora dato il benestare alla sepoltura. Sarà la
stessa cooperativa "Pescatori Pellestrina " a farsi carico dell'organizzazione dei funerali.