martedì 25 aprile 2017

Alleggerire il traffico agli Alberoni

Premesso che tutta la Laguna Sud non è servita da alcuna linea ACTV che colleghi via acqua Chioggia con Venezia, che lo stesso sindaco Luigi Brugnaro nel Piano degli Interventi invece si propone di incentivare per le isole anche a sostegno delle loro piccole località quando invece da decenni i collegamenti sono solo via terra con una linea 11 mista persone-veicoli, che è urgente mettere in sicurezza l'abitato e l'Oasi Alberoni spostando il Ferry – Linea 11 dalla Rocchetta in Via Ca' Rossa- Paese, che l'ARPAV faccia i dovuti rilevamenti sull'inquinamento atmosferico e acustico agli Alberoni Così come lo chiedono i residenti, non è auspicabile che per migliorare il servizio (ed evitare gli "assalti" domenicali e estivi) si pensi ad aumentare gli autobus della Linea 11, mezzi vetusti e non ecocompatibili. La 11, in rosso nel bilancio Actv, viaggia 24 ore su 24, garantito ogni ora anche il servizio notturno mentre due nuovi imbarcaderi sostitutivi del Ferry, costo 130.000 Euro, restano inutilizzati a S.M. del Mare e agli Alberoni. I 3.800 abitanti di Pellestrina, diversamente dai 16.600 del Lido il cui ferry di notte è sospeso, la terraferma in 25 minuti la possono raggiungere via Chioggia tanto che alcuni preferiscono la macchina averla parcheggiata là e se poi gravitano sul Lido e Venezia la stessa la lasciano agli Alberoni Rocchetta raggiungibile in 10 minuti. Se si considerano i tempi come da Orario Ufficiale ACTV: Chioggia – S.M. Elisabetta 1 ora e 15' ( Pellestrina- S.M. Elisabetta 45') ai quali saranno da aggiungere altri 30 minuti per arrivare a Venezia, ma a velocità sostenuta oltre i limiti di sicurezza previsti dal Codice Stradale e dal rispetto della salute degli abitanti nonché dell'ambiente, sarà da considerare seriamente e con urgenza la necessità di alleggerire nelle due isole il traffico automobilistico alternandolo con una linea di navigazione via acqua Chioggia – Venezia così come di liberare il centro abitato degli Alberoni spostando il Ferry in Via Ca' Rossa. 
Daniela Giadresco Alberon, Venezia