domenica 8 gennaio 2017

«Spiagge e viabilità, situazione critica»

Il presidente Carella annuncia i prossimi nodi da affrontare. «Ma nel 2016 abbiamo fatto molto» 

 Per le Municipalità veneziane, con il ritiro delle deleghe (sebbene il sindaco abbia promesso la rassegnazione di recente) questo è stato un anno che si potrebbe definire "di transizione" e di un parziale vuoto di competenze. Per il presidente Danny Carella è stato comunque un anno impegnativo. «Assieme a un combattivo gruppo di persone» racconta «abbiamo attivato il primo centro anziani del Lido. Era una mancanza pesante, avendo il Lido una popolazione prevalentemente anziana ed essendo molte le persone sole. A Pellestrina abbiamo invece ricollocato il Centro anziani in una sede più idonea, luminosa e spaziosa. Prosegue inoltre proficuamente anche la collaborazione con il Piccolo Museo della Laguna Sud di San Pietro in Volta. Altro grande risultato è stato quello di costituire il Consiglio dei ragazzi, in sinergia con la scuola. La responsabilizzazione delle nuove generazioni è una scommessa alla quale non vogliamo rinunciare». Tra i punti dolenti piazzale Sme e area Mostra del cinema. «Il Piazzale presenta ancora delle criticità che possono essere smussate» spiega «In particolare abbiamo operato al fine di avere in zona terminal più posti per le moto, e rimane ancora molto da fare per la manutenzione delle aree destinate a parcheggio di biciclette. Abbiamo poi ottenuto dall'Amministrazione la riduzione delle strisce blu e nuovi posti di sosta breve in prossimità dei vaporetti. Per quanto riguarda l'area della Mostra del Cinema l'Amministrazione sta procedendo con il recupero: positivo. La cittadinanza rimane tuttavia in attesa di una esposizione pubblica di ciò che sarà, con progetti dettagliati».
Quanto alle spiagge «la situazione attuale dell'arenile di Pellestrina è tragica» denuncia Carella «Urge un rinascimento perché è inutile parlare di sviluppo turistico e balneare dell'isola se il mare si è "mangiato" decine di metri di spiaggia. I fondi destinati dalla Regione devono essere al più presto impiegati per ricreare la spiaggia sabbiosa, e il Comune deve alzare la voce affinché non si perdano altri anni». Infine il nodo viabilità. «Siamo in attesa di un incontro con l'assessore Boraso» conclude «La pericolosità della circolazione stradale
rappresenta un problema, se parametrato al fatto che le due isole misurano messe assieme una ventina di chilometri. Il numero di incidenti è troppo elevato. In collaborazione con molte associazioni abbiamo fatto una serie di commissioni per analizzare il problema».Massimo Tonizzo