giovedì 4 agosto 2016

Madonna dell'Apparizione, Parolin: "Niente guerre di religione, il dialogo è fondamentale"

Il segretario di stato del Vaticano a Pellestrina tra un migliaio di fedeli per i 300 anni dell'antica ricorrenza 
 
"Niente guerre di religione, chi difende la propria identità cristiana lo deve fare, con forza, puntando sempre al dialogo con i fedeli di altre religioni". Lo ha detto il segretario di Stato vaticano Pietro Parolin a Pellestrina per la messa solenne della Festa della Madonna dell'Apparizione.
La messa alle 10 del mattino di giovedì, che ha garantito una ristoratrice ombreggiatura sul piazzale della chiesa che ha preservato il migliaio di fedeli che si sono presentati all'appuntamento clou da malori da caldo. La festa della Madonna dell'Apparizione è arrivata quest'anno all'edizione numero 300.
Mobilitata la Protezione civile per assicurare assistenza ai tanti fedeli che hanno voluto partecipare all'avvenimento nell'isola di Pellestrina. Corse speciali sono state attivate da Actv per i collegamenti tra Chioggia e Pellestrina. Una ricorrenza, quella della Madonna dell'Apparizione, che non ha visto stavolta la presenza della comunità musulmana, dopo le visite nelle chiese italiane per ribadire un comune fronte contro il terrorismo. Particolare, questo,  che non ha affatto preoccupato il vescovo Tessarollo. "A Chioggia non ci sono importanti comunità islamiche. Ci saranno sicuramente altre occasioni", ha commentato.
Con Parolin a Pellestrina, il patriarca Francesco Moraglia, il vescovo di Chioggia, Adriano Tessarollo e tra le autorità cittadine il sindaco Luigi Brugnaro.