sabato 20 agosto 2016

Dissuasori di velocità rimossi dal Comune Residenti scontenti

La rimozione dei dissuasori di velocità a Pellestrina, dovuta a parere dell'amministrazione comunale al miglioramento delle condizioni di viabilità nell'isola, non lascia in realtà soddisfatti gli abitanti, che criticano quello che, a loro parere, appare un paradosso.
La decisione ha aperto un dibattito tra i residenti, che sembrano non approvare la decisione. «È paradossale che se i dissuasori funzionano» fanno sapere gli abitanti dei dintorni «essi possano essere rimossi perché c'è sicurezza, mentre se non funzionano essi vengono lasciati malgrado sia dimostrata la loro inefficacia. In ogni caso, queste decisioni vengono prese a prescindere dall'obbligatorio piano del traffico, che per Pellestrina e Lido semplicemente non viene applicato o addirittura non esiste per gravi omissioni ereditate dalle passate amministrazioni».
I residenti, dunque, chiedono principalmente chiarezza sull'uso e sulle utilità dei dissuasori ancora presenti, e l'applicazione anche in isola del Piano urbano del traffico
- art. 36 del Codice della Strada per i comuni sopra i 30.000 abitanti. «Se la nuova amministrazione», continuano «comincia così ad interessarsi della viabilità delle due isole, per le quali criticità ed incidenti certo non sono mancati, non pare certo un buon inizio». (ma.to.)