lunedì 18 gennaio 2016

Si è spento Flaviano Vianello, fondò l’Alvisiana

Scompare una figura importante di Sant’Alvise. Palleggiò con Maradona nel centro sportivo 

 È morto Flaviano Vianello, un’altra figura importante di Sant’Alvise che se ne va. Nato a San Pietro in Volta 86 anni fa. Ha vissuto da giovanissimo alla Giudecca e, dopo il matrimonio nel 1957, a Sant’ Alvise.
Giocatore di calcio in gioventù in varie squadre di serie C e D dell’epoca tra cui quella del San Pietro in Volta dove aveva una forte tifoseria. È stato uno dei fondatori dell’Alvisiana negli anni Settanta ricoprendo vari ruoli all’interno della stessa. In quell’epoca la società non era solo la possibilità di fare sport per i giovani, aveva anche un ruolo sociale togliendo dalla strada ragazzi che cominciavano a conoscere il dramma della droga.
Da sempre è stato amante dello sport giovanile e dei campioni veneziani che gli erano molto affezionati, tra cui Paolo Poggi, Filippo Vianello nonché Tommaso Rocchi seguito anche nei suoi ritiri estivi nelle località delle montagne Venete. Per lui è stato un grande onore, nel 1990, palleggiare assieme a Maradona nel palazzetto del centro sportivo di Sant’Alvise, in occasione di una visita a Venezia del “Pibe de Oro”. Non solo calcio nella sua vita, ma anche voga veneta. Infatti ha organizzato anche diverse regate.
 A Sant’Alvise era molto amato grazie al suo spirito allegro che non ha mai perso negli anni. Attivo nelle varie manifestazioni patronali era sempre pronto a dare una mano alla parrocchia, in specialmodo alle suore di Sant’Alvise che lo chiamavano spesso anche per piccoli aiuti di manutenzione del convento. Era sempre pronto ad aiutare gli altri tanto che il suo altruismo gli ha permesso di entrare a far parte dei Cavalieri di San Marco. Ultimamente stava organizzando una grande festa per i suoi 86 anni con tutti gli amici. Purtroppo in seguito al ricovero, avvenuto circa 2 mesi fa per un banale intervento di routine al ginocchio, le sue condizioni di salute sono precipitate. E giovedì sera è morto.