mercoledì 11 febbraio 2015

Donazione organi? Sulla carta d’identità

Parte dalla Municipalità del Lido e Pellestrina la richiesta, da consegnare al Commissario Zappalorto, perché anche Venezia aderisca al progetto Carta d’identità - donazione organi. Con un ordine del giorno, proposto dal consigliere Danny Carella e votato all’unanimità, il Consiglio di Municipalità di Lido e Pellestrina, convocato lunedì, ha approvato la richiesta da presentare al Comune riguardo la donazione degli organi. «Dato che», spiega Carella nel suo ordine del giorno, «la donazione di organi e di tessuti rappresenta un atto di solidarietà verso il prossimo, un segno di grande civiltà e di rispetto per la vita e che il trapianto di organi rappresenta un’efficace terapia per alcune gravi malattie e l’unica soluzione terapeutica per alcune patologie non altrimenti curabili, chiediamo al Comune di aderire al progetto Carta di identità - donazione organi e di porre in atto tutti gli strumenti adeguati al fine di una concreta attuazione del progetto stesso con riferimento in particolare alla formazione del personale nell’ambito delle linee predisposte dal progetto, alla comunicazione che deve essere svolta dal Comune, alle modificazioni al software a cura del sistema informatico del Comune».
Le richieste, che se concretizzate porteranno all’aggiunta di un scritta sul retro della carta d’identità per chi aderisce alla donazione, saranno ora al vaglio del Comune. «È un’iniziativa», spiega Carella, «dall’altissimo valore sociale, che potrà portare benefici pratici di immediatezza operativa, derivati dallo stretto collegamento tra la banca dati comunale delle volontà manifestate positivamente alla donazione e quella del Centro nazionale trapianto e delle sue diramazioni regionali».(ma.to.)