domenica 3 novembre 2013

Non ancora avviati i lavori a Pellestrina

Protestano i volontari della Protezione civile dell’isola, ancora in attesa che vengano portati a termine i lavori di ristrutturazione della loro sede a Pellestrina. Una storia lunga tre anni, da quando l’ultima tromba d’aria causò milioni di euro di danni tra San Pietro in Volta, Portosecco e Pellestrina. La sede della Protezione civile aveva subito gravi danni, dal tetto al muro di cinta, dagli infissi alle grondaie. Solo nel marzo scorso sono stati deliberati 70 mila euro dal Comune, proprio per finire i lavori e rendere pienamente fruibile e sicura la sede che si trova vicino agli uffici municipali. Non è però accaduto nulla, e il personale volontario protesta, chiedendo che sia messo tutto in sicurezza, visto anche il prezioso lavoro che questo gruppo garantisce in continuazione, specialmente sul fronte antincendio e degli allagamenti, intervenendo anche fuori regione vista la notevole esperienza acquisita. Volontari che già in passato si erano detti pronti a dar vita a una protesta, anche sospendendo le attività di intervento in caso di emergenza sul territorio tra Lido e Pellestrina, e che ora sono di nuovo indispettiti dalla situazione. (s.b.)