martedì 13 agosto 2013

Scoprire la natura aspettando le stelle cadenti

La notte delle stelle organizzata dalla Lipu veneziana all’oasi di Ca’ Roman nella notte di San Lorenzo ha visto la partecipazione di 145 appassionati di stelle e di natura. Nel segno di Margherita Hack, la grande astrofisica recentemente scomparsa e alla quale è stata dedicata questa iniziativa, per anni testimonial dell’evento, amica della Lipu e sostenitrice di importanti campagne in favore della natura, si è conclusa quindi con “un vero successo”, spiega il responsabile della riserva di Pellestrina, Michele Pegorer. «I partecipanti, provenienti da svariati Comuni, anche dal Vicentino e dal Padovano, sono stati entusiasti di poter attraversare l’oasi con il buio, ascoltare il canto degli assioli e soprattutto del raro succiacapre, uccello notturno in declino a livello europeo e molto localizzato anche in Veneto. Felicissimi i bambini, che hanno illuminato con il faro i molti rospi smeraldini lungo i sentieri. E poi tutti a bocca aperta a guardare le stelle cadenti stando sdraiati sulla spiaggia. Con l’aggiunta», conclude Michele Pegorer, «dell’osservazione delle costellazioni e del passaggio della stazione orbitale Iss». La serata è frutto della collaborazione tra Lipu e gli astrofili mestrini per un evento particolare come la notte di San Lorenzo e per unire amore per la natura a curiosità per l’astronomia.(s.b.)