venerdì 19 luglio 2013

Quindicenne scomparsa da mercoledì

«Sto bene. Torno quando mi passa». È questo l'ultimo inquietante messaggino che Michele Vianello ha ricevuto dalla figlia 15enne Denise, mercoledì pomeriggio, verso le 16. La ragazzina si era allontanata dalla sua casa di Pellestrina poche ore prima, dicendo alla nonna «esco cinque minuti a prendere un po' d'aria», ma poi non si era più fatta viva, fino a quel laconico sms in risposta alle ripetute telefonate del padre. Prima di andarsene aveva avuto una banale discussione con la madre. I genitori sono preoccupatissimi e hanno avvertito i carabinieri, messo la foto della ragazza sul profilo Facebook del padre (Vianello Michele Badan) e si sono rivolti alla stampa per lanciare un appello a chiunque possa aver visto la ragazzina e a lei stessa. «Denise, torna a casa. È tutto a posto e noi ti vogliamo bene», dice il papà. La giovane è stata vista per l'ultima volta sul Lungomare di Sottomarina da un'amica, verso le 15 di mercoledì. Era insieme ad altre due sue amiche, ma quella che l'ha incontrata non ha saputo dire dove stesse andando. «Denise è bionda, alta un metro e sessanta e ha un piercing, una perla, sul labbro superiore sinistro», la descrive il padre, «quando è uscita di casa indossava dei pantaloncini corti e una maglietta bianca a maniche corte. Ai piedi credo avesse della ciabatte. Prima di andarsene ha preso qualche soldo, un centinaio di euro, abbiamo calcolato, ma non possono durarle molto. Quando abbiamo visto che non tornava, l'ho cercata ripetutamente al telefonino. Non rispondeva mai. Poi mi ha mandato quel messaggino e, da quel momento, il telefono è spento. Non so se abbia esaurito la batteria, visto che ha lasciato a casa il caricatore, o se lo tenga spento apposta». Denise frequenta la prima classe dell’indirizzo turistico al Cestari di Chioggia e, in città, ha molte amicizie. È possibile, quindi, che abbia scelto Chioggia e Sottomarina come luogo di “fuga” sapendo di poter contare su qualche appoggio. È anche possibile che nasconda il fatto che i genitori la stanno cercando disperatamente. Diego Degan