mercoledì 24 luglio 2013

Pellestrina, torna l’allarme incendi

Torna a colpire il piromane di Pellestrina. Come avvenuto anche negli ultimi due anni, con l’arrivo della fine di luglio sono state di nuovo appiccate le fiamme in zona La Mara. Lunedì sera la Protezione civile, i vigili del fuoco e i carabinieri sono stati impegnati in diversi interventi fino a oltre l’1 del mattino. Il primo incendio è stato appiccato in un canneto, lo stesso preso di mira nelle passate due estati, in tre differenti punti. Alle 21.10 è arrivata alla Protezione civile dell’isola la prima chiamata, e l’intervento si è concluso solo alle 22.30 con oltre 400 metri quadrati di area andata in fumo. Subito dopo altri incendi sono stati segnalati a Portosecco e a Santa Maria del Mare, costringendo i sei volontari in servizio a fare gli straordinari fino all’una di notte per mettere in sicurezza le varie aree incolte cui era stato dato fuoco. Anche in questi ultimi due casi sono stati circa 400 i metri quadrati di canneto e sterpaglie dati alle fiamme. Per fortuna tutte zone lontane dalle abitazioni, ma sull’isola c’è grande preoccupazione. Negli anni scorsi gli incendi erano stati di dimensioni ben più consistenti, richiedendo in un caso l’intervento anche dei rimorchiatori dei vigili del fuoco da Venezia. La Protezione civile, competente in isola non essendoci una stazione dei pompieri, è in stato di massima allerta e tutti i mezzi sono carichi con acqua per far fronte ad altri eventuali episodi. (s.b.)