giovedì 11 aprile 2013

I Murazzi di Pellestrina stanno cedendo

Il Murazzo storico di Pellestrina sta cedendo, o quantomeno ha grossi problemi di stabilità. Le foto testimoniano fessure anche di dieci centimetri che si sono aperte in più punti all’altezza del pennello 16, quello retrostante l’abitato di Pellestrina. Un problema che dovrebbe essere associato anche all’erosione che, in quel punto, ha completamente mangiato la striscia di sabbia che proteggeva la difesa a mare. Il consigliere Scarpa ha preso carta e penna per scrivere al sindaco e denunciare la situazione, più volte riportata anche da La Nuova, corredando la segnalazione con le ultime foto del Murazzo. «In molti punti si vedono grandi crepe con infiltrazioni d’acqua, che potrebbero diventare pericolose per la stabilità della secolare opera di difesa», spiega Alessandro Scarpa, «e non a caso in quella zona l’arenile costruito artificialmente è sparito del tutto, causa la forte erosione del mare negli ultimi anni dopo i lavori del Magistrato alle Acque. Inoltre, in altre zone a ridosso del Murazzo, come per esempio in località Pastorello all'estremità sud di Pellestrina, anche grossi massi della scogliera sono stati divelti dalla forza del mare. Chiedo pertanto che il Comune intervenga quanto prima, coinvolgendo il Magistrato alle Acque, affinché si rimetta in sicurezza il Murazzo e si avvii l’opera di ripascimento della spiaggia». (s.b.)