mercoledì 9 gennaio 2013

Pellestrina vuole Chioggia come ospedale di riferimento

I residenti di Pellestrina chiedono di potersi curare all’ospedale di Chioggia con l’istituzione di un collegamento veloce in caso di urgenze. Di recente una delegazione degli abitanti dell’isola è stata ricevuta dal sindaco Giuseppe Casson al quale si chiedeva una “mediazione” per potersi appoggiare all’ospedale di Chioggia invece di riferirsi a quello di competenza veneziano. L’appello ieri è stato girato direttamente al direttore generale dell’Asl 14 Giuseppe Dal Ben che si trovava in municipio per la firma della convenzione su randagismo felino. «Sono disponibile a parlarne», spiega Dal Ben, «É giusto che i cittadini scelgano dove farsi curare, non esistono muri. Dovremmo pensare al servizio di idroambulanza. Sono richieste legittime come succede a Cavarzere che chiede di usufruire dei servizi di Adria o a Cavallino con Jesolo». Di ieri anche un appello a Dal Ben del consigliere regionale Lucio Tiozzo dopo i tagli alla sanità veneta. «I tagli lineari», spiega, «non tengono conto delle esigenze di Chioggia. Dal Ben deve puntare alla qualità professionale del direttore sanitario e di quello del sociale evitando una caduta verticale dell’efficienza del welfare». (e.b.a.)