mercoledì 20 giugno 2012

Abitanti sul piede di guerra per fermare le villette

Una cinquantina di abitanti hanno preso parte ieri pomeriggio all’assemblea pubblica promossa dalle associazioni ambientaliste al cinema Perla per discutere del progetto delle villette di Ca’ Roman. Un buon risultato, secondo i promotori, che puntano il dito su 11 delle 42 villette progettate su un’area che da sempre era stata invece vietata alle edificazione nelle ex colonie delle suore Canossiane, e sul rischio di utilizzo delle falde per attingere acqua nella costruzione e sulla possibile realizzazione di una darsena che danneggerebbe l’ecosistema lagunare a ridosso dell’isola. «Ci è stata sottolineata la mancanza di informazione a Pellestrina su questo tema», dicono gli ambientalisti, «e pertanto abbiamo deciso di organizzare per lunedì 9 luglio alle 21 una grande assemblea pubblica in piazza a Pellestrina, così da presentare a più persone possibile il progetto della Ca’ Roman srl e le richieste che facciamo al Comune per mettere dei vincoli allo stesso. In ballo c’è l’ambiente e la tutela dello stesso visto che l’area è anche a ridosso di un’oasi protetta». (s.b.)