sabato 19 maggio 2012

Delfino spiaggiato a Pellestrina, i sub lo salvano riportandolo verso il mare

Il cucciolo si era incagliato, determinante è stato l'intervento immediato dei sommozzatori della guardia di finanza

Un cucciolone di delfino si è spiaggiato oggi su una secca davanti al porto peschereccio dell'isola di Pellestrina, all'interno della laguna di Venezia. I sommozzatori della guardia di finanza lo hanno aiutato a disincagliarsi e, assieme alla Capitaneria di porto in gommone, lo hanno spinto verso il mare, oltre la bocca di porto di Chioggia.

Si tratta di un esemplare di taglia mezzana, probabilmente un tursiope: il classico delfino grigio e bianco, che talora aiuta i naufraghi a tornare a riva. Stavolta i ruoli si sono rovesciati. Il cucciolone, già autosufficiente, era rimasto a mezzo tra l'acqua e la terra, ben visibile da riva, nella zona che gli isolani chiamano, non a caso, Portosecco.

Poi, l'allarme dato dagli abitanti alla Capitaneria e da questa ai sub della Finanza. Per invogliarlo a prendere la giusta direzione, dall'imbarcazione delle fiamme gialle un sommozzatore esperto di "contatti ravvicinati" con i pesci gli ha indicato la strada con il leggero struscio di una rete sulla superficie dell'acqua. Dalla riva di Pellestrina tanta genete ha seguito le fasi del salvataggio.