sabato 10 marzo 2012

L’ora della verità per le villette di Ca’Roman

Il progetto per le nuove villette previste a Ca’ Roman la prossima settimana sarà al centro della discussione di una riunione congiunta tra la V e la X commissione consiliare di Ca’ Farsetti, prima di poter poi passare lunedì al voto del Consiglio. Mentre sull’isola i pareri rimangono ancora contrastanti, così come le preoccupazioni da parte degli ambientalisti _ in particolare la Lipu che gestisce l’oasi di Ca’ Roman, confinante con l’area su cui dovrebbero sorgere le decine di alloggi previsti _ il consigliere comunale Alessandro Scarpa Marta torna all’attacco sulla vicenda: «La cosa più antipatica è che agli imprenditori potrebbe essere data la possibilità di costruire anche in zone che prima erano pubbliche e libere _ commenta _ più precisamente c’è il timore che vadano a costruire nuove abitazioni e villette rispetto a prima, estendendosi di molto verso sud, vicino al forte che si affaccia sulla laguna. Si può dire, alla fine, che non verrebbe fatto solo un lavoro di risanamento o restauro delle ex colonie presenti in quell’area, ma si andrebbe ben oltre. Per non parlare del pontile sul lato laguna, tutto vicino a delle aree protette». Da qui la richiesta di passaggio in commissione congiunta per valutare nuovamente il tutto prima di un eventuale voto del Consiglio. Gli ambientalisti sono ovviamente sul piede di guerra per tutelare la zona a sud di Pellestrina. (s.b.)