mercoledì 29 febbraio 2012

Tromba d’aria, i danneggiati chiedono vertice con Orsoni

Il neonato comitato di residenti danneggiati dalla tromba d’aria che ha colpito l’isola il 23 luglio del 2010 ha chiesto un incontro al sindaco Orsoni. E’ questo il primo passo ufficiale del comitato. L’obiettivo è quello di sbloccare una situazione ferma a 19 mesi fa, cioè quando venne dichiarato lo stato di calamità naturale e da Roma funo promessi indennizzi agli abitanti. Invece al momento attuale non è ancora arrivato neppure un centesimo per le centinaia di famiglie colpite tra Portosecco, San Pietro in Volta e Pellestrina. Chi ha subìto danni al tetto, che alle auto oppure ad altre porzioni di edifici. I danni stimati superavano i 5 milioni di euro ma da Roma non si è mosso nulla. La speranza del comitato è quella che, attraverso anche un interessamento di Ca’ Farsetti, possa ora essere ottenuto qualcosa di concreto. I danni della tromba d’aria riguardarono comunque anche edifici pubblici e impianti sportivi. Strutture sulle quali il Comune sta iniziando a intervenire dopo aver ricevuto i fondi dalle assicurazioni. (s.b.)