domenica 15 gennaio 2012

Cani sulle palafitte, il Comune controlla

Domani mattina il Comune farà le opportune verifiche per capire se i sei cani presenti sulle palafitte lagunari dell’area di sua competenza sono già stati portati a terra o meno. Lo ha confermato ieri l’assessore Gianfranco Bettin a seguito dell’ordinanza che vieta la detenzione degli animali in quel modo, firmata venerdì pomeriggio dal sindaco Orsoni. «Manderemo copia dell’ordinanza anche ai colleghi del Comune di Chioggia che, per carità, è sovrano di fare ciò che più ritiene giusto, ma che speriamo voglia seguire la nostra stessa linea di tutela di questi animali _ spiega Bettin _ Anche se non ci sono stati maltrattamenti diretti, come le violenze, il fatto stesso che i cani ven-gano lasciati in quel modo sulle palafitte viene equiparato a un maltrattamento». Sei sono i cani che beneficeranno della ordinanza del Comune di Venezia. Altri tre risultano essere sui casoni da pesca in territorio comunale chiog-giotto. «C’è grande soddisfazione per il risultato raggiunto _ dicono dall’associazione Canili Veneti Onlus che per prima ha sollevato il problema tramite la Nuova _ attraverso i nostri legali chiederemo l’affido degli animali». Ma in tanti si sono fatti avanti per l’affido e il Comune è pronto a fare da tramite, se necessario. A complimentarsi con Orsoni e Bettin è stato ieri il consigliere comunale Simone Venturini (Udc), mentre l’europarlamentare Andrea Zanoni (Idv) attende che «anche il Comune di Chioggia risponda alle richieste di un’ordinanza come quella in vigore ora a Venezia per il bene degli animali». 
Simone Bianchi