domenica 6 novembre 2011

Liguria, i volontari sono pronti a partire

È prevista per oggi alle ore 8 a Venezia la prima acqua alta «molto sostenuta» (codice arancio) della stagione, con una punta massima di 115 centimetri sul medio mare. Secondo il Centro maree è previsto l'allagamento del 20% del centro storico lagunare. Intanto sono pronti a partire per la Liguria ed attendono solo il via operativo della Regione Veneto i volontari comunali di Protezione civile del gruppo di Pellestrina-San Pietro in Volta.
      Rispondendo così alla richiesta della Protezione civile regionale, che coordina i soccorsi, la Protezione civile comunale ha identificato, per ora, la squadra di Pellestrina come la più idonea a svolgere le mansioni richieste dalla Regione, che ha il coordinamento delle operazioni per tutti i 60 volontari in partenza dal Veneto che opereranno nelle zona della Liguria colpite dall'alluvione delle Cinque Terre, e nella Lunigiana.
      Il gruppo di Pellestrina è composto da sette volontari e dispone di una autobotte Bremach 4x4 con cisterna di 600 litri, motopompa ad alta pressione, pickup Toyota 4x4, motoseghe complete di dispositivi personali di protezione.
      Come si ricorderà, il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, che nei giorni scorsi era nel capoluogo ligure per un convegno internazionale, in quella occasione aveva da subito espresso la sua vicinanza a quanti erano stati così duramente colpiti dall'alluvione.
      «Venezia - ha detto il sindaco Orsoni - farà quanto in suo potere per aiutare in questa fase drammatica Genova e la sua gente. Sto seguendo con apprensione gli eventi che stanno mettendo in ginocchio Genova e il suo territorio - aggiunge Orsoni - esprimo il mio cordoglio per la tragedia che ha colpito la città e mi sento vicino alla popolazione e al sindaco che ho già incontrato. La nostra Protezione civile è allertata e pronta per l’intervento se chiamata dagli enti preposti al coordinamento degli aiuti, in questo modo tutta la Città di Venezia è pronta a dare il suo contributo ai soccorritori liguri».