giovedì 8 settembre 2011

«De Poli, non si vede il piano»

Interrogazione per conoscere i dettagli economici
Con le manutenzioni in isola, al Tronchetto uso degli spazi e costi diversi

723.jpg
720.jpg Se Actv userà come base per le manutenzioni navali i cantieri navali De Poli di Pellestrina probabilmente non sarà più necessario l’intervento di sistemazione al Tronchetto con la stessa destinazione, o comunque avrà una portata più ridotta. In un’interrogazione all’assessore alle Attività produttive Antonio Paruzzolo i consiglieri comunali Pdl Sebastiano Costalonga e Marta Locatelli auspicano un intervento perchè l’azienda di trasporto renda pubblico il piano operativo sull’attività di manutenzione dei mezzi, con una "corretta attribuzione delle competenze". I due chiedono anche che venga presentato il piano strategico economico finanziario per lo sviluppo dei De Poli, con una rendicontazione annuale e vogliono sapere quanto è già stato speso per la progettazione del cantiere al Tronchetto e quale sarà, in futuro, l’utilizzo di quell’area.
      Anni fa tra Comune e Actv era stata sottoscritta una convenzione per la progettazione e realizzazione di un cantiere navale Actv al Tronchetto per un importo di 3 milioni di euro per ogni annualità dal 2007 al 2009 - raccontano i due consiglieri. Per l’esecuzione delle opere a terra e in acqua si ipotizzava un costo complessivo intorno ai 30 milioni. Nel piano degli investimenti e delle opere pubbliche del Comune si parlava di una cifra totale di oltre 5milioni e mezzo relativa agli anni 2011-13. Tra tutte queste cifre Costalonga e Locatelli vogliono fare chiarezza. Intanto è trascorso quasi un anno dall’aggiudicazione dei De Poli da parte di Actv, per circa 12milioni e 300 mila euro. Obiettivo quello di ridurre i costi di manutenzione della flotta, anche se le lavorazioni a Pellestrina, sono ancora lontane: è necessario infatti un intervento radicale di trasformazione del cantiere, per adattarlo alle nuove esigenze, di tipo diverso rispetto alla costruzione delle navi. E anche qui servirà qualche milione di euro.