martedì 20 gennaio 2009

De Poli, un altro giorno per le banche

La decisione degli istituti di credito sul salvataggio dell’azienda dovrebbe arrivare oggi

 

(L.M.) E’ stata rinviata ad oggi la decisione delle banche sul futuro dei Cantieri navali De Poli a Pellestrina. Intanto, ieri pomeriggio, l’azienda è voluta intervenire in merito all’inchiesta, aperta dalla Procura della Repubblica, per verificare la legittimità di fondi dell’Unione Europea. “Qui da noi i carabinieri non sono mai venuti – fanno sapere – l’esposto è una cosa datata che si è già risolta, e la Finanza i nostri libri contabili ce li ha, ma da un bel pezzo. Si tratta di una vicenda che non ha nulla a che vedere con la situazione attuale. Ad ogni modo, ribadiamo che non abbiamo nulla da nascondere i bilanci poi si possono consultare tranquillamente anche tramite internet da chiunque lo voglia. Perciò il problema non esiste. Non c’è stato nessun blitz dei carabinieri che non abbiamo mai visto. Inoltre ci rammarichiamo che tutto questo, possa essere stato messo in relazione con la situazione attuale, proprio subito dopo che Davino De Poli aveva spiegato esattamente come, a nostro giudizio, stiano veramente le cose.. Infine ribadiamo che non abbiamo licenziato nessun operaio, ma avviato la Cassa integrazione, cosa ben diversa”.