sabato 8 marzo 2008

Da Guidi a Risi, ma Vittoria resta la pornostar di Pellestrina


 

E alla fine Vittoria, maggiorata veneziana, una laurea all'Accademia di belle arti nel cassetto e un passato a vendere case in un'agenzia immobiliare, è diventata una pornostar a tutto tondo. Ed è la star del Mi-Sex, la sagra del porno iniziata ieri sera a Milano e giunta alla quattordicesima edizione. Una scelta di vita, quella di entrare nel mondo dell'hard attorno ai trent'anni (più o meno, ma non si chiede l'età a una signora), segnata anche da un cambiamento di nome. Finora la conoscevamo tutti come Vittoria Guidi, e sapevamo che aveva partecipato al Mi-Sex dell'anno scorso per farsi un'idea sul mondo dell'hard. Ora, dopo averci ragionato su un po' di mesi, ha cambiato nome in Vittoria Risi, quasi a segnare, parole sue, "un mutamento di personalità". E a dicembre ha girato in Spagna il suo primo porno, dal titolo Barcellona in love. Ma anche se il nome è cambiato restano le polemiche e le battute salaci, inevitabili, tra chi la conosceva a Pellestrina . Anche se leggendo i commenti degli abitanti dell'isola presenti sulla rete, l'aria che tira è più quella dell'ammirazione verso la paesana che ha sfondato che le accuse moralistiche per una scelta tanto forte. E soprattutto tra i ragazzotti di Pellestrina , i più attivi a inserire commenti nei blog, sono ben altri i sentimenti che traspaiono verso la loro conterranea. «Finalmente posso esprimere la mia personalità perché mi piace piacere - dice Vittoria che sul suo sito si definisce "eroina e pittrice" - ma l'altra mia grande passione è la pittura, con la quale cerco di far piacere la mia anima». E al Mi-Sex Vittoria ha portato anche un po' dei suoi quadri. Non si sa mai.

Pl.T.