domenica 23 luglio 2017

Ritrova la barca rubata su un sito di annunci

Chissà cosa devono aver pensato i proprietari della barca che era stata rubata loro più di un anno fa quando, qualche giorno fa, hanno visto la foto del natante su Internet. Il cabinato da sette metri era in vendita attraverso un annuncio su un portale sul web. Il legittimo proprietario ha avvisato i carabinieri di Venezia ed è scattato il piano per incastrare il responsabile, che alla fine è stato denunciato per ricettazione.La storia aveva avuto inizio un anno fa, a giugno 2016: a una famiglia che vive a Sacca Fisola era stata rubata la barca ormeggiata fuori casa durante la notte. Il furto era stato segnalato all'Arma ma del cabinato - che tra l'altro aveva bisogno di alcuni importanti lavori di manutenzione dal momento che, quando era stata rubato, era senza motore - non se ne era più saputo nulla. La famiglia, suo malgrado, si era rassegnata a non ritrovare più la barca che aveva anche un grande valore affettivo essendo stata acquistata dopo una vita di lavoro e di sacrifici. Invece, navigando su un sito di annunci qualche giorno fa, ecco che il natante ricompare. Ad accorgersene, gli stessi proprietari che hanno immediatamente riconosciuto che quella in vendita era proprio la loro barca. I carabinieri, che un anno prima avevano raccolto la denuncia del furto, vengono informati dello sviluppo e, svolti i primi accertamenti, organizzano l'incontro-trappola. Le forze dell'ordine e i legittimi proprietari, attraverso il sito di annunci, prendono contatti con il venditore e si danno appuntamento per venerdì pomeriggio a Pellestrina per visionare il natante e, magari, concludere la vendita. All'incontro però si presentano i militari dell'Arma: nulla da fare per il 37enne del posto che pensava di fare l'affare, piazzando la barca provento di furto, e invece, dopo gli accertamenti in caserma, è stato denunciato per ricettazione. Stando alle indagini compiute dai carabinieri, quello risolto nelle scorse ore sarebbe un caso isolato.