mercoledì 3 maggio 2017

“Aquagranda” cresce e diventa documentario

In un film tutte le fasi dell’opera sull’alluvione del ’66
 
Doppio appuntamento lunedì 8 maggio per la presentazione ufficiale del documentario “Aquagranda in crescendo”, un film che parla della storia e della cultura di Venezia, realizzato e prodotto da giovani veneziani: alle 17 alle Sale Apollinee Teatro La Fenice (su invito) e alle 19 al Cinema Rossini (su prenotazione: studiok@kamaproductions.eu / 348 3738375)
“Aquagranda in crescendo” racconta il Teatro La Fenice durante la realizzazione di “Aquagranda”, l’opera-evento che commemora i 50 anni dalla terribile alluvione che colpì Venezia il 4 novembre 1966. Attraverso le testimonianze di chi ha vissuto quella tremenda giornata e le interviste ai creatori dell’Opera (in primis il compositore Filippo Perocco, il regista Damiano Michieletto e i librettisti Luigi Cerantola e Roberto Bianchin), le musiche, i lavori di preparazione dello spettacolo, le impressionanti immagini di repertorio, il documentario narra un momento cruciale della storia della città lagunare; secondo gli autori, l’abbandono di molte case del centro storico come conseguenza dell’alluvione ha dato inizio alla trasformazione della città dei dogi in parco turistico.
L’opera Aquagranda ha aperto la stagione 2017/18 del Teatro La Fenice per volontà del sovrintendente Cristiano Chiarot e del direttore artistico Fortunato Ortombina, ed è stata recentemente insignita del prestigioso Premio speciale Abbiati 2017. A partire dal romanzo di Roberto Bianchin, “Acqua Granda. Il romanzo dell’alluvione” ogni maestranza ha contribuito a creare un’opera nuova, che parte dalla cronaca e arriva a una dimensione esistenziale, che usa il dialetto veneziano e una raffinata tecnologia nell’allestimento, che prevede lo svuotarsi di un gigantesco acquario in scena nell'evocazione del culmine dell’alluvione.
Il documentario racconta la costruzione dello spettacolo, dalla ricerca dei costumi all’idea scenografica, alle prove dei cantanti con il regista, le prove dell'orchestra, del coro, dei figuranti-ballerini. Il racconto delle prove ricalca la successione delle scene dello spettacolo; il film ricalca l'andamento di tutto lo spettacolo, ma nelle sue diverse fasi di produzione. “Aquagranda in crescendo” segue il crescere dell'opera, dalla fase di ideazione al primo giorno di prove fino alla sera della prima.
La doppia proiezione del film “Aquagranda in crescendo” al Teatro La Fenice (dove sarà presentato alle dal regista Giovanni Pellegrini, dal produttore Riccardo Biadene, da Cristiano Chiarot, da Fortunato Ortombina, e dal compositore delle musiche dell'opera Filippo Perocco) e al Cinema Rossini (introdotto da un breve saluto del regista e del produttore) in omaggio alla popolazione veneziana anticipa la trasmissione a livello nazionale in prima serata alle ore 21.15 su Rai 5 il giorno giovedì 11 maggio.
Giovane e veneziano il team del documentario: diretto da Giovanni Pellegrini, regista di documentari, cortometraggi e spot, e prodotto
da Riccardo Biadene, anch’egli regista e autore di film documentari premiati nel mondo. Veneziani anche la montatrice Chiara Andrich e i tecnici del suono Mattia Biadene e Alessandro Romano e la produzione con Fabrizio Weiss, Valentina Lacchin, e Tommaso Santinon.