martedì 4 ottobre 2016

In arrivo trecentomila euro per la pista ciclabile nell’isola

Dopo anni di attesa si sblocca finalmente uno degli interventi pubblici più attesi a Pellestrina, quello del collegamento tra le piste ciclabili esistenti. La giunta comunale ha approvato ieri un finanziamento di 300 mila euro per realizzare il tratto lungo l'argine lagunare compreso tra le frazioni di Portosecco e Pellestrina, che insiste nella zona degli ex cantieri navali De Poli. Il progetto è stato affidato a Insula e andrà a colmare una lacuna che da anni ha visto i residenti protestare, appoggiati anche dalla Municipalità, per i pericoli che la deviazione sulla strada dei Murazzi poteva ogni volta causare. L'obiettivo è quello di collegare la pista ciclabile intitolata a Brahim Nesid, il bambino travolto e ucciso da un auto sull'isola alcuni anni fa, e realizzata nel 2010 da Avm, con i tratti di pista ciclabile costruiti invece dal Magistrato alle acque sul lato della laguna, quelli che coprono il percorso da Santa Maria del Mare a San Pietro in Volta. Un collegamento che avrà un duplice significato: quello di migliorare la sicurezza per chi ama spostarsi sulle due ruote, ma anche rendere ancor più appetibile Pellestrina per i cicloturisti. Il nuovo tratto sarà lungo 1.600 metri e renderà percorribile in sicurezza l'isola per oltre metà della sua lunghezza. Per garantire maggiore sicurezza nel transito di ciclisti e pedoni in condizioni di scarsa visibilità, sarà realizzata anche una linea di delimitazione del percorso sia verso la laguna che verso l'interno con elementi catarifrangenti che metteranno in evidenza i lati della pista. «E’ un'altra notizia positiva per chi vive a Pellestrina», sottolinea il consigliere delegato per le isole, Alessandro Scarpa Marta. «Un ringraziamento va al sindaco Brugnaro che, dopo molteplici
sopralluoghi e incontri con i cittadini e le associazioni, ha realizzato il sogno che i residenti avevano da tempo. Un progetto che avevo personalmente sollecitato e seguito già dal 2005 e che ora finalmente si concretizza». La conclusione dei lavori è prevista entro fine anno. (s.b.)