domenica 5 giugno 2016

Storia, arte e lavoro Il merletto si candida al marchio Unesco

Le merlettaie veneziane, l'arte del merletto, il sostegno delle regine Margherita ed Elena che indossavano capi d'abbigliamento impreziositi solo di merletti italiani: un interessante excursus storico, artistico, sociale che ha strappato un lungo applauso. Successo del simposio aperto dalla lectio magistralis della professoressa Doretta Davanzo Poli e organizzato dalla Fondazione Musei Civici. Ieri a Palazzo Mocenigo è stata inaugurata la prima edizione della Biennale del Merletto in programma fino a lunedì 13 giugno nell'ambito del progetto di candidatura del merletto italiano a Patrimonio immateriale dell'umanità dell'Unesco. Ha aperto i lavori la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano: «L'arte del merletto richiede dedizione, tempo e pazienza, valori che oggi sembrano aver perso importanza. Le maestre merlettaie, invece, depositarie dei segreti della sua lavorazione, dimostrano il contrario e insegnano che le nostre radici storiche e i saperi di una volta non vanno dimenticati ma salvaguardati e valorizzati». È intervenuta la coordinatrice del progetto di candidatura Unesco, Maria Vittoria Ovidi Pazzaglia, che ha sottolineato la necessità di fare squadra per far conoscere all'estero l'arte del merletto. Numerose le merlettaie provenienti da varie città venete. Tra queste la veneziana Rina Pitton, 80 anni: «Ho iniziato circa vent'anni fa seguendo i corsi dell'associazione Settemari. Fino ad oggi ho fatto tre tovaglie». La padovana Annita Pavin, 75 anni: «Uso la tecnica del tombolo a fuselli. Ho preparato il mio corredo e quello di mia figlia». Il programma della prima Biennale del Merletto prevede eventi in centro storico, Burano, Pellestrina, Chioggia. Ne spiccano tre: sabato 11 alle 19 al teatro Goldoni va in scena, in prima nazionale, lo spettacolo "Punto Burano. Donne sul filo del merletto" prodotto da Arte-Mide con la regia di Massimo Navone. Domenica 12 alle 9.30 nel piazzale della scuola elementare Zendrini di Pellestrina visita ai luoghi del merletto. Lunedì 13 alle 12 a Ca' Farsetti il sindaco Luigi Brugnaro firma il protocollo d'intesa con i primi 17 cittadini delle Comunità del Progetto di Candidatura Unesco. 
Nadia De Lazzari