lunedì 18 agosto 2014

Pellestrina 450 firme per fermare gli allagamenti

Sono 450 le firme inviate al commissario Vittorio Zappalorto, per chiedere che vengano ultimati i lavori per evitare nuovi allagamenti ai centri abitati di San Pietro in Volta e Pellestrina. Una petizione chiusa nelle ultime ore, per un tema molto sentito dai residenti. «La gente è stanca di trovarsi con case, giardini, orti e magazzini allagati dopo le piogge di questi giorni», spiega l’ex consigliere comunale Alessandro Scarpa Marta.
«Da Insula, dopo molte segnalazioni già fatte, non danno nessuna rassicurazione, sia per quanto riguarda il completamento della rete fognaria in tutta l'isola, sia per la manutenzione delle pompe. Inoltre durante gli ultimi allagamenti, è successo che le batterie delle pompe idrauliche sono state trovate scariche. Non si può continuare in questo modo, la situazione sta degenerando, e la gente è stufa». Insula aveva spiegato che la rete antiallagamenti è completata solo al 50 per cento a causa della mancanza dei fondi necessari.
Il Comune di Venezia non ha infatti più messo a disposizione il denaro utile per completare i lavori. Uno dei tanti problemi sorti negli ultimi anni, mancando i fondi della Legge Speciale. (s.b.)