mercoledì 23 aprile 2014

Torre Zendrini segnalati altri crolli

La Torre Zendrini, quella dell’acquedotto che si trova a due passi dall’omonima scuola elementare in pieno centro abitato, continua a far discutere e a perdere pezzi. Si susseguono in queste ultime ore le segnalazioni di parti di cemento o di tegole del tetto che si staccano e cadono a terra. Nonostante la torre sia chiusa e sia stata recintata con transenne e nastro bianco e rosso, i residenti ci vogliono vedere chiaro e chiedono al Comune che la situazione possa tornare alla normalità. Lo scorso anno alcuni pezzi di intonaci e tegole erano caduti a causa del maltempo. Fortunatamente non avevano colpito nessuno, ma la strada sottostante è molto frequentata, anche dai bambini che si recano a scuola con i genitori ogni giorno. Ne erano seguite interpellanze in Comune e discussioni in commissione, e alla fine erano state fatte alcune verifiche dai tecnici con l’aggiunta della recinzione. Ma agli abitanti di Pellestrina questo non basta, vogliono che siano fatti i lavori di manutenzione necessari a garantire che non si stacchino altri pezzi. La recinzione è vista solo come un elemento provvisorio, e non si sentono sicuri nonostante. Le richieste sono state avanzate anche in Municipalità. (s.b.)