martedì 11 marzo 2014

Un’interrogazione sulla strada per Ca’ Roman

Il pronto ripristino della strada che permette a residenti e visitatori di raggiungere l’oasi di Ca’ Roman, e il controllo dei camion che lavorano ai cantieri del Mose. Questo i temi dell’ultima interrogazione presentata al sindaco dal consigliere comunale Alessandro Scarpa. La strada in questione è di proprietà del Demanio e più volte, grazie all’interessamento del Comune e della Municipalità, sono stati fatti dei solleciti che in passato hanno permesso il ripristino parziale della stessa, rendendola percorribile. Ora, malgrado interventi di piccola manutenzione ordinaria, la strada che porta all’oasi ha grandi e profonde buche che, con le intemperie, si trasformano in pericolose pozzanghere impossibili da attraversare.
Una via che veniva percorsa anche dai mezzi pesanti che servivano i cantieri del Mose alla bocca di porto di Chioggia, lunga in tutto 600 metri circa. L’interrogazione del consigliere Scarpa mira così a chiedere il pieno e rapido ripristino della strada, così da evitare inutili rischi ai fruitori, soprattutto chi la percorre in bicicletta ora che arriva la primavera; quindi ad attivare gli uffici della Polizia Municipale per controllare che non vi sia ancora un transito dei camion delle ditte impegnate nei lavori del Mose, e di valutare se c’è stato un danno provocato dal passaggio prolungato dei mezzi pesanti utilizzati all’interno dei cantieri nei mesi scorsi. (s.b.)