mercoledì 22 maggio 2013

In bici da Santa Maria del Mare a Ca’ Roman

Entro la fine del 2014 sarà completato il biciplan per Pellestrina. Il progetto, nella sua interezza, è stato presentato in commissiona municipale lunedì sera dallo stesso assessore alla mobilità, Ugo Bergamo. Un progetto che si basa su tre lotti ben distinti, il tutto per permettere all’isola di poter disporre di un percorso ciclabile protetto che vada da Santa Maria del Mare fino a Ca’ Roman. Il primo tratto al quale verrà messa mano sarà quello compreso tra il cimitero di Pellestrina e il murazzo di Ca’ Roman, circa un chilometro in tutto. Qui interverranno direttamente le ditte impegnate nei lavori del Mose e sarà una sorta di opera di compensazione dal momento che le stesse ditte hanno bisogno di spostarsi in sicurezza in quel tratto con i propri mezzi da lavoro. Questione di giorni, è stato assicurato in Municipalità. Il secondo lotto riguarda invece il tratto compreso tra Santa Maria del Mare e il forte di San Pietro in Volta, circa 800 metri di percorso ciclabile che dovrebbe andare in gara entro 40 giorni. La parte più complessa riguarda invece il tratto tra gli ex Cantieri De Poli e Portosecco per due chilometri e mezzo di lunghezza. Devono ancora essere raggiunti alcuni accordi tra Consorzio Venezia Nuova, Actv e Tiso per la realizzazione della pista ciclabile. Un ulteriore tratto di percorso protetto dovrebbe poi essere realizzato tra il terminal del ferry boat di Santa Maria del Mare e il laghetto sotto i Murazzi, giusto per eliminare i pericoli della strada e garantire la fruibilità alle due ruote per tutta la lunghezza dell’isola. «C’è poi l’impegno», afferma il presidente della Municipalità, Giorgio Vianello, «di creare un parcheggio per trenta auto a ridosso del cimitero di Pellestrina. Un parcheggio libero ideale per chi deve poi imbarcarsi sui vaporetti che portano a Chioggia. Un lavoro che si dovrebbe concretizzare con interventi minimi». (s.b.)