domenica 2 settembre 2012

Super D’Este e i Vignotto eterno duello tra campioni

Grande attesa per la gara dei gondolini (18.20). Partenza spostata all’Arsenale L’incognita della boa. Luisella favorita tra le donne, Rosada e Ballarin tra i giovani

Vignotto-D’Este. Riparte l’eterna sfida tra il Gigante e i due cugini. Burano contro Sant’Erasmo, la potenza di Giampaolo “Super D’Este” contro la tecnica e l’affiatamento di Rudi e Igor, cresciuti insieme a pane e voga. Due anni senza di loro hanno lasciato il segno. Spettacolo a senso unico, niente veleni e niente agonismo. Troppo forti rispetto agli altri. Rieccoli a contendersi una bandiera rossa che nel mondo del remo ha ancora un valore quasi mitico. Dieci ne ha vinte D’Este (l’ultima nel 2011), dieci i due Vignotto. Ormai entrambi a sole quattro lunghezze dal record, i 14 primi di Albino Dei Rossi «Strigheta», Sergio Tagliapietra «Ciaci» e Bepi Fongher. D’Este ha vogato negli anni con Franco e Bruno Strigheta, quest’anno per la prima volta assenti dalle gare. Adesso con Ivo Redolfi Tezzat, gondoliere muranese che di Storiche ne ha vinte 5. Celeste (Vignotto) contro rosso (D’Este e Tezzat). Celeste che ha vinto nel 2011 (D’Este), dopo la squalifica del 2010 e il rovesciamento del 2009. Sfida a due, dunque. Attenzione agli impassi e alle scorrettezze. Possibili in fase di partenza, ma anche all’entrata in Canal Grande, resa quest’anno più «stretta» perché tutti i gondolini partiranno cento metri più avanti, verso l’Arsenale, e dovranno passare tenendo a destra la grande boa del Bacino San Marco. Due barche avanti a tutti. Ma bisognerà tener d’occhio anche gli eterni terzi, i pellestrinotti Andrea Bertoldini e Martino Vianello, il rientrato Roberto Busetto, vincitore di una Storica vent’anni fa. Corrono per una bandiera anche Zane e De Poli, i giovani Angelin e Barzaghi, quarti nel 2011, i buranelli Ciaceti e Suste.
Tra le donne le favoritissme Luisella Schiavon e Giorgia Ragazzi, sulla mascareta rosa, sfidano la rientrata Gloria Rogliani con Romina Catanzaro sul celeste e le sorprese della stagione 2011, lamaestra d’ascia Silvia Scaramuzza e Debora Scarpa sul viola. In grande forma anche Elisabetta Nordio (seconda a Murano, quarta nel 2011) che punta a una bandiera con la nuova compagna Luigina Davanzo. Tra i giovanissimi si annuncia l’ennesima gara dominata dai due pellestrinotti Nicola Ballarin e Andrea Rosada, dominatori quest’anno, favoritissimi della vigilia sul pupparino rosso. A insidiare il loro primato gli altri pellestrinotti Roberto Ballarin e Davide Vianello, i buranelli Matteo Zane e Vittorio Bacciolo. Infine gara spettacolare tra le caorline dei sestieri. Favoriti ancora una volta Burano, Pellestrina e Jesolo, mentre sono ben tre le barche in gara per il litorale del Cavallino. (a.v.)